Crea sito

Studio sui Probiotici : fanno realmente bene a tutti?

Sono venduti ovunque, ma i probiotici – i batteri buoni presenti in alcuni alimenti come lo yogurt e gli integratori – aiutano davvero a ripristinare la salute dell’apparato digerente?

migliore probiotico yogurt - studio sui probioticiForse, ma solo per alcune persone, suggerisce una nuova ricerca. I ricercatori israeliani hanno scoperto che i sistemi digestivi di alcune persone si attaccavano ai probiotici dati in un supplemento. Ma in altri, il corpo ha espulso i batteri buoni.

E, in un secondo studio, lo stesso team ha scoperto che, se preso insieme ad un ciclo di antibiotici, i probiotici possono effettivamente ritardare il ritorno alla normalità dei batteri intestinali.

 

 

La dottoressa Eran Elinav, autrice senior dello studio, ha affermato che i risultati suggeriscono che è necessaria maggiore cautela nell’uso dei probiotici e che non dovrebbe esserci un approccio “one-size-fits-all” agli integratori probiotici.

“La pratica attuale – seguita da milioni di individui che consumano i probiotici con la speranza di migliorare la loro salute e prevenire le malattie – deve essere modificata e personalizzata per ogni individuo”, ha detto Elinav. Professoressa nel dipartimento di immunologia presso il Weizmann Institute of Science di Rehovot, in Israele.

I probiotici sono microrganismi vivi, spesso batteri, che si ritiene abbiano effetti benefici sulla salute, secondo il Centro nazionale statunitense per la salute complementare e integrativa (NCCIH). Sono stati studiati in una varietà di condizioni, tra cui la diarrea da antibiotici , i disturbi digestivi, la carie, le allergie, l’ eczema , le malattie del fegato e anche il comune raffreddore. Ma non ci sono prove definitive che i probiotici funzionino per nessuna di queste condizioni, dice il NCCIH.

Tuttavia, gli integratori probiotici sono molto popolari. In un sondaggio del 2012, circa 4 milioni di americani hanno dichiarato di aver usato un supplemento probiotico o prebiotico (sostanze dietetiche che incoraggiano la crescita di batteri benefici) nell’ultimo mese, secondo l’NCCIH.

Elinav ha detto che l’uso dei probiotici dovrebbe essere sottoposto allo stesso esame di altri trattamenti medici. “Qualsiasi intervento di questo tipo deve essere valutato in termini di benefici rispetto al suo potenziale di danno”, ha affermato.

Il primo studio sui probiotici

Il primo studio fatto da Elinav e dal suo team ha incluso 25 volontari. Questi ultimi hanno subito esami endoscopici in modo che i ricercatori potessero ottenere campioni del loro “microbioma” (i batteri nativi dell’intestino) in diverse aree del sistema digestivo….

Continua a leggere..

Comments

comments

You May Also Like