Crea sito

Probiotici aiutano il transito intestinale e a ridurre l’infiammazione sistemica.

migliore probiotico - yogurt - probiotici aiutanoSecondo uno studio recente i probiotici aiutano il transito intestinale e a ridurre l’ infiammazione sistemica del nostro organismo. Una combinazione di cinque ceppi di batteri probiotici in una formulazione a base di spore commercializzata da Microbiome Labs sotto il nome MegaSporeBiotic ha ridotto i livelli di infiammazione e endotossina.

Questi risultati nello studio, “Oral spore-based probiotic supplementation was associated with reduced incidence of post-prandial dietary endotoxin, triglycerides, and disease risk biomarkers ” sono stati pubblicati nel The World Journal of Gastrointestinal Pathophysiology.

Leaky Bowel, l’ intestino permeabile.

 

L’intestino permeabile è sempre più riconosciuto come un primo segnale che può portare ad una serie di condizioni, come la malattia infiammatoria intestinale (MICI).

“A nostra conoscenza, questo studio è il primo tentativo di sfruttare clinicamente i vantaggi dei probiotici a base di spore per migliorare i risultati della salute”, ha commentato Brian K McFarlin, professore associato all’Università del Nord Texas e colleghi.

Le diete ricche di cibi altamente processati e calorici, combinati con attività fisica ridotta, hanno probabilmente contribuito notevolmente allo sviluppo di diverse malattie croniche associate alle anomalie del tratto gastrointestinale e all’infiammazione sistemica.

Anche se non riconosciuta come una condizione medica, il leaky bowel (intestino permeabile) è caratterizzato da una funzione di barriera intestinale compromessa. Senza prove specifiche per individuare questa situazione, i ricercatori hanno proposto l’analisi di endotossine metaboliche nel flusso sanguigno come misura della funzione di permeabilità intestinale.

Le endotossine, note anche come lipopolisaccaridi (LPS), sono piccole molecole di grasso trovate nello strato esterno di batteri che normalmente popolano l’intestino. La presenza di queste molecole nel sangue suggerisce che esse siano state in grado di passare le membrane intestinali a causa di una barriera protettiva difettosa.

Lo studio. Come i probiotici aiutano l’ intestino.

Per valutare se l’uso di batteri probiotici potrebbe migliorare la funzione protettiva dello stomaco, il gruppo di ricerca ha confrontato gli effetti di 30 giorni di trattamento con una combinazione di ceppi di batteri probiotici ( Bacillus indus , Bacillus subtilis(HU58), Bacillus coagulans e Bacillus licheniformis , e ceppi Bacillus clausii ), o con un placebo, in 28 individui apparentemente sani. Tutti i partecipanti sono stati selezionati in base ai loro livelli ematici più elevati di endotossina entro cinque ore dopo un pasto.

Il team ha scoperto che il regime di integrazione probiotica di 30 giorni ha ridotto i livelli ematici dell’endotossina del 42% dopo il consumo di un pasto ad alto contenuto di grassi e calorie; il gruppo placebo ha presentato un aumento del 36% dei livelli di endotossina. Questi risultati suggeriscono che l’uso di una simile combinazione probiotica aiuta a ripristinare la funzione protettiva dell’intestino.

Questo risultato positivo è stato accompagnato da una riduzione dei livelli di trigliceridi del 24% e da una riduzione significativa di IL-12p70 e IL-1β, due molecole associate all’attivazione del sistema immunitario e all’infiammazione.

Inoltre, gli integratori probiotici hanno ridotto significativamente i livelli della grelina ormonale. Questo ormone è essenziale per la regolazione della sensazione di fame e sazietà e si riduce negli individui obesi rispetto alle persone di peso normale.

L’effetto osservato del regime di integratori probiotici suggerisce che i probiotici possono anche contribuire a migliorare il controllo della fame e della sazietà.

Comments

comments

You May Also Like