Nuovo farmaco come cura per le perdite intestinali causate da Colite Ulcerosa

Un team di ricercatori guidati dallo scienziato biomedico Declan F. McCole dell’Università della California, Riverside, ha scoperto che il farmaco tofacitinib, chiamato anche Xeljanz e approvato dalla FDA per il trattamento dell’artrite reumatoide e della colite ulcerosa, può riparare i difetti di permeabilità nell’intestino .

farmaco, medicinali, pillole

“Il nostro lavoro potrebbe aiutare a migliorare l’identificazione dei pazienti che rispondono meglio a questo farmaco”, ha detto McCole, professore di scienze biomediche presso la School of Medicine.

I risultati dello studio appaiono nel Journal of Crohn’s and Colitis.

Un singolo strato di cellule che svolge un ruolo fondamentale nella salute umana, l’epitelio intestinale fornisce una barriera consentendo anche l’assorbimento di nutrienti e acqua. Le cellule epiteliali intestinali sono fondamentali per regolare la funzione immunitaria, comunicare con il microbiota intestinale e proteggere l’intestino dall’infezione da agenti patogeni, che dipendono in modo critico da una barriera epiteliale intatta. Il più grande pool di cellule immunitarie del corpo si trova direttamente sotto lo strato di cellule epiteliali.

L’attuale studio è il seguito di due studi pubblicati di recente dal laboratorio di McCole. Nel primo studio, pubblicato a dicembre 2019, i ricercatori hanno utilizzato un sistema modello di coltura cellulare per dimostrare che tofacitinib può agire direttamente sulle cellule epiteliali che rivestono l’intestino per correggere i difetti nelle proprietà barriera di queste cellule che si verificano nell’infiammazione. Il secondo studio, pubblicato nel luglio 2020, ha mostrato una mutazione con perdita di funzione nel gene “proteina tirosina fosfatasi non recettore di tipo 2” o PTPN2.

Il nuovo studio

mici e cancro - camice - medicoNel nuovo studio, gli autori dimostrano che tofacitinib può invertire la perdita intestinale nei topi cavia causata dalla perdita di attività PTPN2. Fino ad ora, gli effetti di tofacitinib sulla funzione della barriera intestinale in un modello animale erano in gran parte sconosciuti.

McCole ha spiegato che l’aumento della permeabilità intestinale – o perdita – è una caratteristica della malattia infiammatoria intestinale e svolge un ruolo fondamentale nel promuovere l’infiammazione. Il suo team ha anche testato tofacitinib in un sistema in cui l’espressione di PTPN2 è stata ridotta nelle linee cellulari epiteliali intestinali umane e nei macrofagi che sono stati poi coltivati ​​insieme per studiare gli effetti sulla permeabilità epiteliale. Il team ha anche studiato topi che presentavano una maggiore perdita intestinale derivante dalla rimozione di PTPN2 solo nei macrofagi. I ricercatori hanno scoperto che tofacitinib ha riparato i difetti di permeabilità indotti dall’infiammazione sia nel sistema di coltura cellulare che nei topi.

“I pazienti con mutazioni con perdita di funzione in PTPN2 hanno un aumentato rischio di malattie infiammatorie intestinali”, ha detto McCole. “Il nostro lavoro migliora la nostra comprensione di come questo farmaco sia utile per il trattamento della colite ulcerosa e suggerisce che i pazienti con mutazioni con perdita di funzione nel gene PTPN2 possono avere una migliore risposta a tofacitinib. Ciò potrebbe aiutare con un migliore targeting dei trattamenti farmacologici per specifici gruppi di pazienti “.

Fonte : Università della california – Riverside

Comments

comments

You May Also Like