Crea sito

Il sole può ridurre il rischio di malattia infiammatoria intestinale

Secondo una nuova ricerca dell’Università Nazionale Australiana (ANU), i bambini che trascorrono mezz’ora al giorno al sole riducono il rischio di malattia infiammatoria intestinale (IBD).

spiaggia sole

 

Lo studio pediatrico è stato svolto a Melbourne e guidato dalla professoressa Robyn Lucas, dell’ANU College of Health and Medicine.

“Portare i bambini a giocare fuori al sole potrebbe cambiare la vita”, ha detto il professor Lucas.

“Non deve essere preso tutto allo stesso momento, ma abbiamo trovato che i bambini che erano fuori ed esposti al sole per una mezz’ora in più al giorno , riscontravano un rischio minore di sviluppare una IBD di quasi il 20 per cento. “

I ricercatori hanno riscontrato anche che brevi periodi di esposizione al sole possono essere associati a un minor rischio di sviluppare IBD nei bambini.

“Abbiamo scoperto che ogni 10 minuti di esposizione al sole era associato a un rischio inferiore di sviluppare una malattia infiammatoria dell’intestino del 6%”, ha affermato il professor Lucas.

“In questa fase abbiamo dimostrato che esiste un legame tra la mancanza di esposizione al sole e l’aumento del rischio di IBD.

“Sappiamo già che il sole influenza il sistema immunitario in modi che potrebbero ridurre l’IBD, ma non conosciamo i percorsi esatti.

“Ma la nostra ricerca suggerisce che uscire e andare al sole è una buona cosa quando si tratta di prevenire questa terribile malattia”.

La ricerca mostra che l’Australia ha uno dei più alti tassi di malattia infiammatoria intestinale.

“L’IBD sta diventando sempre più comune e i bambini si stanno ammalando in giovane età”, ha affermato il professor Lucas.

“I sintomi possono essere terribili: se si soffre di IBD si manifesta diarrea intermittente, dolore addominale, infiammazione ecc.

“Il morbo di Crohn e la colite ulcerosa sono malattie orribili in cui il sistema autoimmune è andato in tilt e attacca l’intestino”.

Il dott. Lucas afferma che è ancora importante che gli australiani rimangano “attenti al sole” e proteggano se stessi e i loro bambini da qualsiasi potenziale effetto nocivo del sole.

“Ognuno ha bisogno di un po ‘di esposizione al sole ogni giorno o almeno la maggior parte dei giorni della settimana, ma non stiamo parlando di abbronzature o scottature”, ha detto.

“Se siamo in grado di ridurre il rischio di sviluppare IBD, vale la pena di uscire all’aperto e prendere il sole, ma farlo in sicurezza, seguendo le linee guida del Cancer Council”.

Comments

comments

You May Also Like