Crea sito

Il ” Grasso Migrante” nei pazienti affetti da Morbo di Crohn è dovuto ai batteri

In molti pazienti con malattia di Crohn il grasso addominale migra verso la parete dell’intestino tenue infiammato. Ciò che spinge il tessuto adiposo a “strisciare” attraverso l’addome e avvolgere l’intestino di molti pazienti con questa malattia infiammatoria cronica intestinale (MICI) è stato un mistero perenne.

intestino - occlusione intestinale

Ora, gli investigatori hanno individuato un indizio critico. In uno studio pubblicato questa settimana sulla rivista CELL, i ricercatori del Cedars-Sinai mostrano che la peculiare attività strisciante del grasso sembra inizialmente essere protettiva ma poi finisce per fare più male che bene.

“Il grasso migrante è spesso un punto di riferimento per i chirurghi che eseguono resezioni sull’intestino di un paziente con IBD perché sanno quando lo vedono, è probabile che sia dove si trovano le lesioni”, ha detto Suzanne Devkota, PhD, ricercatrice principale e autrice principale dello studio. “Ma non sappiamo se la presenza del grasso stia peggiorando la malattia o cercando di proteggere l’intestino da qualcosa”.

Lo studio

Devkota e un team di ricercatori hanno eseguito esami molecolari approfonditi di campioni di intestino tenue e tessuto adiposo di 11 pazienti di Crohn che avevano subito un intervento chirurgico. Il tessuto adiposo, comunemente noto come grasso, è più di un serbatoio di energia. È un tessuto endocrino dinamico pieno di cellule immunitarie che sembrano essere attivate in alcuni casi di malattia infiammatoria intestinale.

“Abbiamo scoperto che il tessuto adiposo risponde effettivamente ai batteri che sono migrati dall’intestino danneggiato del paziente e direttamente nel grasso. Riteniamo che la migrazione” strisciante “del grasso intorno all’intestino sia intesa a cercare di tappare le perdite nel malato organo per impedire ai batteri intestinali di entrare nel flusso sanguigno “, ha detto Devkota.

Ma la risposta che inizia come protettiva apparentemente non ha alcun interruttore “off”. Se i batteri rimangono nel grasso, continueranno a migrare verso una possibile fonte di insetti intestinali. Ma la presenza del grasso può contribuire allo sviluppo di gravi cicatrici intestinali, o fibrosi, che si verificano nel 40% dei pazienti con Crohn. La rimozione chirurgica di parti dell’intestino tenue è l’unica opzione per molti di loro e comporta conseguenze che cambiano la vita. I pazienti con colite ulcerosa, l’altra MICI più comune, non sviluppano grasso strisciante.

I dati hanno portato i ricercatori a un microbo specifico responsabile di spingere il grasso a viaggiare nell’intestino tenue e avvolgere in modo protettivo l’organo, compromettendone la funzione.

“Abbiamo identificato un agente patogeno trovato nel sistema digestivo, Clostridium innocuum , come l’invasore microbico che fa  che il grasso si insinui nell’intestino tenue. Inoltre, la struttura di questo particolare agente infettivo lo rende adatto per un ambiente ricco di lipidi “, ha detto David Underhill, PhD, co-investigatore dello studio e presidente di Scienze biomediche.

Questa ricerca potrebbe indicare la strada a nuove terapie, affermano gli esperti di Cedars-Sinai.

“Migliorare la vita dei nostri pazienti con IBD è l’obiettivo della nostra ricerca. Abbiamo identificato uno specifico agente infettivo che può innescare un processo che peggiora il Crohn. Questo è un passo fondamentale verso lo sviluppo di terapie che prendono di mira C. innocuum, consentendo per prevenire o ridurre al minimo l’effetto dannoso del grasso strisciante “, ha affermato Stephan R. Targan, MD

La ricerca per questo studio è stata sostenuta dal National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases of the National Institutes of Health con il premio numero 1R01DK123446-01 e da Leona M. e Harry B. Helmsley Charitable Trust.

A questo studio hanno contribuito ricercatori dell’Università della California, San Diego, della Harvard TH Chan School of Public Health e dell’Università di Chicago.

 

Fonte :  Cedars-Sinai Medical Center .

Comments

comments

You May Also Like