Crea sito

Crohn e Fumo: maggiore rischio di recidiva dopo l’ intervento

Che il fumo non faccia bene è risaputo.

Ma le persone con malattia di Crohn, una malattia infiammatoria intestinale  , hanno maggiori probabilità di ritrovarsi a lottare con una recidiva nel post-intervento chirurgico, se fumano, questo è quello che sostiene una ricerca.crohn e fumo , sigaretta spenta

“C’è un bisogno ancora insoddisfatto di identificare terapie o cambiamenti di stile di vita che impediscono la recidiva nella malattia di Crohn dopo l’intervento chirurgico per evitare ai pazienti di dover subire più operazioni,” Jack Satsangi, a capo dello studio e professore nel Centro di Genomica e Medicina Sperimentale presso la Università di Edimburgo, ha detto in un comunicato stampa . “Il nostro studio conferma che la cosa più importante che qualcuno con la malattia di Crohn può fare per la propria salute è non fumare.”

I ricercatori hanno sperimentato se la mercaptopurina – un farmaco della famiglia della tiopurina, una classe di farmaci che smorzano il sistema immunitario, utilizzate comunemente per i pazienti di Crohn – sia efficace nel prevenire le recidive dopo l’intervento chirurgico. (Nella malattia di Crohn, il sistema immunitario attacca il rivestimento dell’intestino e del colon, causando una grave infiammazione. Più della metà di tutti i pazienti è costretto a ricorrere ad un intervento chirurgico per rimuovere la sezione interessata del colon. Ma anche dopo l’intervento chirurgico, la malattia può tornare attiva. )

Lo studio ha coinvolto 240 pazienti con malattia di Crohn da tutto il Regno Unito. I partecipanti sono stati monitorati per tre anni dopo l’intervento chirurgico. In totale,a 128 pazienti è stata data la mercaptopurina, e 122 hanno ricevuto placebo.

Dei 29 fumatori, solo tre nel gruppo trattato con mercaptopurina hanno avuto una ricaduta, contro i 12 dei 26 fumatori che hanno ricevuto placebo. Invece il tasso di recidiva nel gruppo non-fumatori era molto più basso, e nessun vantaggio notevole è stato segnalato nonostante i pazienti avessero preso la mercaptopurina.

“Il trattamento con Mercaptopurina al fine di ritardare o prevenire le recidive post-operatorio è stato particolarmente efficace nelle persone che continuano a fumare; perciò, nei fumatori, il trattamento con tiopurina sembra essere giustificato nel periodo postoperatorio, “hanno scritto i ricercatori.
I ricercatori ora suggeriscono che la terapia venga proposta subito dopo l’intervento chirurgico per i pazienti che non riescono a smettere di fumare.

“Le persone che non riescono a smettere di fumare sono ad alto rischio di recidiva dopo l’intervento chirurgico e può essere utile iniziare il trattamento immediatamente”, ha detto Satsangi. “Per i non fumatori, tuttavia, abbiamo trovato che la tiopurina offre pochi benefici nel prevenire recidive dopo l’intervento chirurgico. Per questi pazienti, un attento monitoraggio nel primo anno è il miglior modo di agire, piuttosto che la terapia immediata “.

 

Comments

comments

You May Also Like